Le tariffe postali a FIUME 1918 - 1924 (III° periodo tariffario)

09/11/2017 Oliviero Emoroso Tariffe postali

PRINCIPALI TARIFFE POSTALI a Fiume nel periodo dannunziano tra il 12.9.1919 ed il 30.4.1920 (III° periodo tariffario). Sono espresse in corone fiumane, divise in centesimi di corona, a seguito della riforma monetaria in vigore dal 18.4.1919.

- Lettere (ogni 15 gr.): locali 15 cent., spesso arrotondate a 20 cent.
- per l’Italia e per l’estero 25 cent.
- in tariffa agevolata per militari 10 filler.
- Cartoline illustrate e cartoline postali:
locali ed estero tariffa ufficiale 10 cent. ma comunemente per l’Italia e per l’estero 15 cent. a volte arr.te 20 cent.
- con corrispondenze epistolari, per l’Italia 25 cent.
- tariffa agevolata per militari 10 cent.
Stampe: 5 cent. ogni 50 - Raccomandate: spedizioni locali, interno ed estero (da sett./ottobre) 30 cent.

- Espresso: spedizioni locali, interno ed estero 60 filler;

- Tassazione: il doppio della tariffa meno l’eventuale affrancatura insufficiente.

- Fermo posta: 5 cent. (pagato in partenza).
10 cent. dall’aprile 1920

N.B. Porti successivi: il doppio della tariffa base.
* Nel febbraio-marzo/aprile 1920 si raggiunge l’apice della svalutazione monetaria e connesso caos tariffario: le tariffe risultano spesso raddoppiate